Il grande jazz scalda l’autunno milanese!

Inizia oggi JazzMi: 1 festival, 320 artisti, 80 concerti e 25 eventi.

Insomma, una rassegna davvero a 360° per gli amanti del jazz ma anche per chi il Jazz ancora non lo conosce ma ha voglia di scoprilo un po’.

Il grande jazz scalda l’autunno milanese!
La rassegna è suddivisa infatti in 6 palinsesti che vanno incontro alle esigenze di un pubblico eterogeneo e curioso.
 
Tanti gli eventi gratuiti offerti dal palinsesto JazzMiFree, che danno l’opportunità davvero a tutti di gustarsi ottima musica in location d’eccezione: dal MuBa alla Pinacoteca di Brera, passando per Villa Litta Modignani e la biblioteca di Lorenteggio, i concerti saranno diffusi in tutta la città sorprendendo gli spettatori in ogni quartiere.
 
Gli appuntamenti serali in programma porteranno nei locali, nei club e nei teatri di Milano i migliori artisti della scena nazionale e internazionale del jazz. Per gli appassionati tanti i concerti imperdibili da mettere in agenda. Palcoscenico delle performance saranno i veri templi cittadini della musica jazz come il Blue Note ma anche luoghi inediti come la Santeria Social Club o Mare Culturale Urbano.
Di nuovo, la musica e l’ambiente dialogano in modo importante in questa rassegna che sembra quasi voler ricreare le atmosfere più underground del jazz delle origini, quando ogni scantinato di New Orleans poteva diventare il luogo adatto dove improvvisare della buona musica. Insomma, spazio al jazz non più – o non solo – come musica colta – ma anche - e soprattutto - come musica popolare per divertirsi e divertire.
 
Non poteva mancare in questa bella e vivace rassegna una mostra che ripercorresse la grande storia del jazz: “Swing, bop & free. Il Jazz degli anni ‘60” di Roberto Polillo a Base Milano racconta quella che è considerata l’età dell’oro della musica Jazz, il periodo in cui erano ancora attivi sia coloro che avevano codificato il genere, come Louis Armstrong e Duke Ellington, sia coloro che l’avrebbero completamente rivoluzionato e stravolto, come Miles Davis, Charles Mingus e John Coltrane. Una tappa obbligata per immergersi davvero nello spirito del jazz e sorprendersi di quanto dobbiamo, senza saperlo, a questo genere musicale.
 
Insomma, che siate dei fini intenditori del jazz oppure no, vi consigliamo assolutamente di prendere parte a uno dei tanti appuntamenti in programma in questo splendido autunno milanese! Non vi pare che anche le foglie cadano a ritmo di jazz?
 
Per tutte le informazioni: www.jazzmi.it
 
(sotto: una selezione di alcune immagini della mostra “Swing, bop & free. Il Jazz degli anni ‘60” di Roberto Polillo a Base Milano)
All Articles
22 December 2016 Finalmente è Natale...Beato chi resta a Milano!

Tantissimi eventi in programma per allietare le vacanze e scoprire come è #BellaMilano!

 
Il pane della comunità 14 December 2016 Il pane della comunità

La ricetta è quella rigorosa del disciplinare della Camera di Commercio di Milano: materie prima selezionate, tempi di lievitazione lentissimi, tanta passione e pazienza. Un insolito punto di vista sul panettone milanese espresso da un panificatore artigianale, che definisce il dolce tipico del Natale come “pane ricco”.

10 December 2016 Brividi a Milano con Noir in Festival!

Approda a Milano Noir in Festival, l'appuntamento con il cinema noir che da venticinque anni tingeva di giallo le bianche valli di Courmayeur.

Diretto da Giorgio Gosetti e Marina Fabbri, il Festival sarà nelle sale milanesi dall'11 al 14 dicembre, dopo una prima tappa a Como.

7 December 2016 Donatella Brunazzi - Museo Teatrale alla Scala

A Parigi, nel  1911 i più importanti esponenti del mondo della cultura artistica e musicale milanese si unirono, sostenuti dal Governo e dal re Vittorio Emanuele III, con lo scopo di aggiudicarsi all'asta un lotto di cimeli musicali e teatrali di straordinario valore messi all'asta dall'antiquario Sambon. Tra loro vi erano figure illustri: il duca Uberto Visconti di Modrone Presidente del Teatro alla Scala, Giacomo Puccini, Umberto Giordano, Arrigo Boito, Ettore Modigliani, il tenore Enrico Caruso, gli editori Ricordi e Sonzogno. Grazie al loro impegno  e a questa prima acquisizione venne istituito il Museo Teatrale alla Scala, inaugurato nel  1913.

Dal 1 gennaio 2016 Donatella è la Direttrice del Museo Teatrale, le radici della sua vita professionale sono profondamente legate a due ambiti dell'eccellenza culturale milanese, apparentemente distinti ma in realtà molto vicini tra loro: la moda e il teatro.

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Milano.
Tutti i diritti riservati.