Milano nel ‘700: il neoclassicismo tra architettura e paesaggio

Un itinerario lungo l’antico corso di Porta Orientale per scoprire come architettura e paesaggio si siano armoniosamente integrati in questo scorcio di città.  Dai progetti di fine settecento per la villa del conte Beljoioso alle soluzioni paesaggistiche dei primi parchi milanesi.

Milano nel ‘700: il neoclassicismo tra architettura e paesaggio

1. La Villa Reale: una villa neoclassica lungo l’antico corso di Porta Orientale

Via Palestro 14

 

Un raffinato palazzo che ha avuto tra i suoi ospiti illustri, Gioacchino Murat, Carolina Bonaparte, il viceré Eugenio di Beauharnais e il maresciallo Radetzky, che qui è morto il 5 gennaio del 1858.

 

Nel 1790 il conte Ludovico Barbiano di Belgiojoso commissiona a Giuseppe Piermarini il progetto di una villa sul lato meridionale dei giardini di Porta Orientale. Piermarini passa l'incarico al suo allievo preferito, l'austriaco Leopold Pollack, riservando per sé gli interni e indicando il Parini come ideatore dei temi decorativi. Una successione di saloni riccamente decorati, la sala delle feste, miracolosamente scampata alle bombe, stucchi, dorature, sete e specchi scintillanti, vi immergeranno in un’atmosfera da sogno che vi accompagnerà a lungo. Tornarci sarà molto più facile che dimenticarlo. Perché è un po’ come  “Colazione da Tiffany”: fa chic e non impegna!

 La Villa Reale oggi ospita il nucleo ottocentesco delle Raccolte Civiche.

 

 

2. Il Giardino della Villa Reale: una passeggiata tra natura e rovine

Via Palestro 14.

 

Il primo giardino all’inglese di Milano, dove gli occhi vengono catturati da una natura misteriosa e  affascinante.

 

Per il disegno del parco di Villa Belgiojoso Leopoldo Pollack viene affiancato da Ercole Silva, eccelso deus ex machina dell’arte del giardino, grazie al quale i milanesi scoprono il gusto del pittoresco. Sul retro della villa, il paesaggio naturale lascia affiorare antiche rovine, mentre l’occhio si perde nel profilo misterioso del laghetto. Non lasciatevi scoraggiare dal cartello che segnala che l’accesso è consentito solo a chi è accompagnato da bambini: entrate e date una sbirciatina, con discrezione, la suggestione vale l’infrazione.

 

 

3. I Boschetti

Via Marina.

 

Il bosco a Milano: una passeggiata tra alberi e sculture, in compagnia di due celebri scrittori.          

         

Nel 1787 Giuseppe Piermarini progetta un bosco nel cuore della città. Luogo amatissimo da Giuseppe Parini e Ugo Foscolo, è oggi impreziosito dal monumento a Felice Cavallotti. La scultura fu realizzata da Ernesto Bazzaro  nel corso di un happening ante litteram, durante il quale lo scultore scolpì la statua in pubblico.

 

 

4. Giardini pubblici Indro Montanelli. Il primo parco pubblico di Milano                 

Via Manin, Via Palestro, Corso Venezia

 

A spasso per il polmone verde di Milano, tra corsi d’acqua e storiche architetture.

 

Il primo parco pubblico di Milano nasce nel 1780 per volere dell’arciduca Ferdinando d’Asburgo, che ne affida il progetto all’architetto Giuseppe Piermarini. Un’area costellata da piccoli orti, monasteri e corsi d’acqua, viene così trasformata in un elegante giardino alla francese.

 

 

5. Via Daniele Manin 2. Palazzo Dugnani, il Settecento a Milano                                           

Un antico edificio racconta dell’incontro tra l’arte milanese e la pittura veneta.

 

Nato come graziosa dimora patrizia nel XVII secolo, Palazzo Dugnani diventa, già prima della rivoluzione francese, uno sfarzoso luogo di ritrovo e di mondanità.  Acquistato nel 1846 dal comune di Milano, ha ospitato fino a pochi anni fa la Civica Scuola Femminile Alessandro Manzoni.

Pesantemente danneggiato nei bombardamenti del ’43, conserva al suo interno spettacolari affreschi del Tiepolo: l’ "Allegoria della Famiglia Dugnani" e le "Storie di Scipione e Massinissa". Vederli è una missione quasi impossibile. Tenete d’occhio le aperture straordinarie e accodatevi alla prima occasione. La fatica vale l’impresa!

 

Città nascosta Milano dal 2010 valorizza e divulga il patrimonio culturale di Milano. Fin dall’inizio abbiamo messo a disposizione di tutti il frutto delle nostre ricerche. Grazie all’esperienza maturata ci siamo conquistati la fiducia della Lonely Planet® che ci ha scelti per la sua guida di viaggio. Oltre 80 tour, itinerari, eventi, mostre e luoghi simbolo della città ti aspettano: scopri con noi una Milano mai vista!

All Articles
22 December 2016 Finalmente è Natale...Beato chi resta a Milano!

Tantissimi eventi in programma per allietare le vacanze e scoprire come è #BellaMilano!

 
Il pane della comunità 14 December 2016 Il pane della comunità

La ricetta è quella rigorosa del disciplinare della Camera di Commercio di Milano: materie prima selezionate, tempi di lievitazione lentissimi, tanta passione e pazienza. Un insolito punto di vista sul panettone milanese espresso da un panificatore artigianale, che definisce il dolce tipico del Natale come “pane ricco”.

10 December 2016 Brividi a Milano con Noir in Festival!

Approda a Milano Noir in Festival, l'appuntamento con il cinema noir che da venticinque anni tingeva di giallo le bianche valli di Courmayeur.

Diretto da Giorgio Gosetti e Marina Fabbri, il Festival sarà nelle sale milanesi dall'11 al 14 dicembre, dopo una prima tappa a Como.

7 December 2016 Donatella Brunazzi - Museo Teatrale alla Scala

A Parigi, nel  1911 i più importanti esponenti del mondo della cultura artistica e musicale milanese si unirono, sostenuti dal Governo e dal re Vittorio Emanuele III, con lo scopo di aggiudicarsi all'asta un lotto di cimeli musicali e teatrali di straordinario valore messi all'asta dall'antiquario Sambon. Tra loro vi erano figure illustri: il duca Uberto Visconti di Modrone Presidente del Teatro alla Scala, Giacomo Puccini, Umberto Giordano, Arrigo Boito, Ettore Modigliani, il tenore Enrico Caruso, gli editori Ricordi e Sonzogno. Grazie al loro impegno  e a questa prima acquisizione venne istituito il Museo Teatrale alla Scala, inaugurato nel  1913.

Dal 1 gennaio 2016 Donatella è la Direttrice del Museo Teatrale, le radici della sua vita professionale sono profondamente legate a due ambiti dell'eccellenza culturale milanese, apparentemente distinti ma in realtà molto vicini tra loro: la moda e il teatro.

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Milano.
Tutti i diritti riservati.