Vittorio Gargaglione - Navigli Lombardi

Dopo anni di abbandono e controversie la Darsena di Milano oggi risplende, affollata di persone ed eventi; ma la Darsena non è altro che una piccola parte, il punto terminale di un'intricata rete liquida che circonda e, segretamente, attraversa la città.

Il Sistema dei Navigli, oltre ad aver connesso per secoli Milano con il territorio circostante dal punto di vista militare, commerciale, dei trasporti e dell’agricoltura, rappresenta oggi una rete di connessione tra persone, realtà produttive che cooperano e interagiscono sullo stesso territorio al fine di realizzare un progetto condiviso.

 

Vittorio Gargaglione - Navigli Lombardi

Vittorio lavora per Navigli Lombardi, società nata nel 2006 dalla volontà di costituire un ente unico di gestione a cui trasferire tutte le competenze per  la promozione e la valorizzazione culturale e turistica del Sistema Navigli. 

Vittorio si è trasferito a Milano nel 1997 per studiare Economia alla Bocconi, dopo una breve esperienza di lavoro all'estero e due anni in Carrefour nel 2005 decide di fare il grande salto, passando dal lavoro per una società multinazionale a una realtà molto più piccola e locale. Partecipa così a una selezione indetta da Navigli Lombardi per la ricerca di un responsabile marketing ed eventi.

Due sono i motivi che mi hanno spinto a questo passaggio: il primo è stato la ricerca di una maggiore libertà; prima ero un numero all'interno di una struttura, certo, molto più solida ma interamente incentrata sulla carriera "verticale". Sono invece passato a un concetto di carriera orizzontale, dove la differenza è fatta non dai gradini che sali ma dai progetti che crei, disseminati sul territorio. Il secondo motivo è stato la mia passione per gli eventi che ho sempre avuto e che negli anni di lavoro in multinazionale non sono riuscito a perseguire.

 

L'obiettivo primario che anima le iniziative di Navigli Lombardi è valorizzare, riqualificare e far vivere il territorio affinché Milano ritrovi in pieno la sua storica vocazione di città d'acqua. Il primo progetto di Vittorio è Navigami.

Erano le 6 del mattino di venerdì 30 aprile 2010, ricorderò per sempre l’emozione di vedere dal ponte dello Scodellino tutte le barche esposte, vedere realizzato il mio primo grande evento sui Navigli.

Navigami era nato da una serie di osservazioni e riflessioni analitiche: innanzitutto il primo Salone Nautico era stato organizzato a Milano tanti anni prima, in secondo luogo la maggior parte delle patenti nautiche in tutta Italia sono a Milano, i principali armatori sono in Lombardia e sempre in Lombardia c'è il maggio numero di aziende di piccolo e medio settore legate alla nautica. Vedere un canale di solito spento, vivo e animato di barche e persone che venivano non solo per bere un aperitivo ma per parlare di navigazione: questa è un'immagine che non dimenticherò mai.

 

Altri due importanti eventi che hanno contribuito a spostare la prospettiva e consolidare il rapporto tra milanesi e l'acqua sono stati la Stranavigli e il Darsena Christmas Village:

Stranavigli è una gara goliardica sull'acqua; è un evento a cui tengo particolarmente perché sembra che sia prettamente ludico ma in realtà il fine ultimo è molto importante: cambiare la percezione delle acque del Naviglio da parte delle persone. Analizziamo l'acqua ogni mese da dieci anni e la sua qualità è eccellente, non è inquinata. Tuttavia a causa di una percezione errata da parte dei cittadini, otto anni fa, in occasione della prima edizione, facemmo fatica a convincere le persone a partecipare ma dopo due o tre anni ci siamo trovati con mille persone che pagavano l'iscrizione, si tuffavano e si divertivano.

Anche il darsena Christmas Village ha cambiato la percezione dei milanesi, prima la gente a Natale andava in Duomo, non pensava di venire in Darsena di fare una passeggiata sui navigli. Abbiamo portato "il Natale in riva all'acqua".

 

I Navigli non sono solo grandi eventi ma sono anche scorci pittoreschi e mobilità dolce.

Un luogo molto bello che pochi conoscono è Palazzo Galloni, il Centro dell'Incisione al civico 66 di Alzaia Naviglio Grande. L'edificio, che andrebbe riqualificato, è interamente invaso dal verde: quando si entra, un po' per gli incisori e le persone che lo abitano, un po' per questo verde che ti circonda, vieni trasportato in una dimensione del tutto particolare, quasi magica. Un altro luogo storico è la casa del Guardiano delle Acque a Vaprio d’Adda, un antico casello daziario. Lo scorcio è quello classico degli scenari leonardeschi, in quella zona si dice infatti che Leonardo abbia dipinto la Vergine delle Rocce.

In bicicletta poi, fuori da Milano, dove i canali attraversano i comuni e sono parte integrante del loro vivere, tra aprile e maggio è piacevole perdersi tra rogge e fontanili; con le risaie inondate sembra quasi di pedalare sull'acqua  e in una bella giornata in due o tre ore si possono raggiungere luoghi molto belli. Mi vengono in mente alcune zone tra Vaprio, Cassano e Trezzo o verso il Naviglio Grande, Cassinetta, Robecco fino a Bernate tratti di canale molto belli e interessanti dal punto di vista sia naturalistico che architettonico.

 

Dopo aver riportato a Milano il mondo della navigazione, aver convinto i cittadini che le acque del Naviglio sono pulite e aver festeggiato il Natale sulle sponde della Darsena ora si pensa al prossimo obiettivo:

Il periodo delle "asciutte" è stato prolungato negli ultimi anni a tre/quattro mesi per consentire tutti quei lavori di manutenzione che purtroppo non sono stati fatti nei decenni scorsi. Un progetto che in futuro mi piacerebbe poter realizzare sarebbe sfruttare questi mesi e fare qualcosa con il Naviglio senza l'acqua: la Darsena potrebbe diventare una sorta di arena dove organizzare vari eventi sportivi, una pista da sci o anche, perchè no? Un giardino botanico.

 

People in Milano è il rac­conto delle piccole e grandi realtà di fermento culturale urbano attraverso l’esperienza in prima persona dei singoli protagonisti, persone che si sono messe in gioco trasformando la propria esperienza in un piccolo pezzo di eredità umana condivisa da tutti. People in Milano è un progetto di Elce, Valentina Di Francesco e Stefano Frattini. 

All Articles
22 December 2016 Finalmente è Natale...Beato chi resta a Milano!

Tantissimi eventi in programma per allietare le vacanze e scoprire come è #BellaMilano!

 
Il pane della comunità 14 December 2016 Il pane della comunità

La ricetta è quella rigorosa del disciplinare della Camera di Commercio di Milano: materie prima selezionate, tempi di lievitazione lentissimi, tanta passione e pazienza. Un insolito punto di vista sul panettone milanese espresso da un panificatore artigianale, che definisce il dolce tipico del Natale come “pane ricco”.

10 December 2016 Brividi a Milano con Noir in Festival!

Approda a Milano Noir in Festival, l'appuntamento con il cinema noir che da venticinque anni tingeva di giallo le bianche valli di Courmayeur.

Diretto da Giorgio Gosetti e Marina Fabbri, il Festival sarà nelle sale milanesi dall'11 al 14 dicembre, dopo una prima tappa a Como.

7 December 2016 Donatella Brunazzi - Museo Teatrale alla Scala

A Parigi, nel  1911 i più importanti esponenti del mondo della cultura artistica e musicale milanese si unirono, sostenuti dal Governo e dal re Vittorio Emanuele III, con lo scopo di aggiudicarsi all'asta un lotto di cimeli musicali e teatrali di straordinario valore messi all'asta dall'antiquario Sambon. Tra loro vi erano figure illustri: il duca Uberto Visconti di Modrone Presidente del Teatro alla Scala, Giacomo Puccini, Umberto Giordano, Arrigo Boito, Ettore Modigliani, il tenore Enrico Caruso, gli editori Ricordi e Sonzogno. Grazie al loro impegno  e a questa prima acquisizione venne istituito il Museo Teatrale alla Scala, inaugurato nel  1913.

Dal 1 gennaio 2016 Donatella è la Direttrice del Museo Teatrale, le radici della sua vita professionale sono profondamente legate a due ambiti dell'eccellenza culturale milanese, apparentemente distinti ma in realtà molto vicini tra loro: la moda e il teatro.

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Milano.
Tutti i diritti riservati.